Non lavoro con WhatsApp

WhatsApp
Tempo di lettura: circa 2 minuti.

Non lavoro con WhatsApp! Lo dico ormai a tutti i clienti, ma per meglio spiegare il concetto e le motivazioni spiego qui la faccenda. Magari puoi inviare il link a questo articolo anche ai tuoi clienti, così come probabilmente farò io.

WhatsApp è comodo e lo usano tutti

No! Non è affatto comodo. Si tratta di un’app di messaggistica, quindi non va bene per scambiarsi file e informazioni di lavoro.
In primis perché se ad esempio mi mandi un logo, perderà di qualità. WhatsApp infatti riaggiusta le immagini per poterle inviare più facilmente. Poi una volta letto il messaggio…addio sogni di gloria per uno smemorato come me!

Ad onor del vero è possibile segnare le chat come da leggere, e persino fissarne massimo 3 in alto. Però è anche vero che si perde la notifica. Poi se volessi fissare in alto tutte le cose che devo seguire per i clienti non mi basterebbero 10 pin. Ebbene sì, tu mio cliente che leggi questo articolo, sai benissimo che cerco di dare la massima attenzione ad ogni cliente, come se lavorassi solo per lui. Ti svelo però un segreto: non lavoro solo per te!

Per quanto riguarda il fatto poi, che lo usano tutti, aggiungi pure che lo usano per tutto, compreso me. Quindi scusami ma sai com’è, non è bello avere le chat dei clienti immerse in mezzo alla lista della spesa di mia moglie, o la foto del cane che mi manda mia madre.

WhatsApp Bomb

Cosa uso al posto di WhatsApp

Visto che non lavoro con WhatsApp, cosa uso al suo posto quindi? Banalmente le e-mail.

Sono molto più comode, posso catalogarle per cliente, segnare come da leggere quelle che devo lavorare, impostare un segnaposto per quelle che non richiedono un intervento immediato ma che devo tenere sotto controllo in futuro, non hanno bisogno di dare il mio numero di telefono al cliente (alcuni ne approfittano e chiamano anche in piena notte) e tanto altro.

Potrei indicare decine di motivi, ma voglio aggiungerne solo uno, quello più importante: ho tutto nello stesso posto.

Grazie alle e-mail infatti, posso gestire tutto il lavoro in un solo posto, distinto dalle cose personali (per quelle uso un indirizzo diverso).

Gli altri sistemi di comunicazione

Qualcuno potrebbe dire che se non lavoro con WhatsApp potrei però utilizzare altri sistemi di comunicazione, come ad esempio Skype, FaceBook Messanger, Telegram o qualsiasi altro ti venga in mente. Beh semplicemente le e-mail sono il mezzo che ho scelto e con cui mi trovo bene. Inoltre se ci pensi meglio, più o meno tutti gli altri strumenti sarebbero dei simil-WhatsApp che poco farebbero cambiare al succo del discorso.

Concludo qui questo articolo/sfogo sperando che anche i più coccuiti che ancora insistono a contattarmi su WhatsApp, abbiano capito l’antifona e si allineino agli altri, altrimenti continuerete a vedervi rispondere: “non lavoro con WhatsApp, mandami una e-mail“.

Immagini:

Jeso Carneiro

rodrigo iglesias

0 Commenti

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.