La pagina Facebook al posto del sito?

facebook
Tempo di lettura: circa 3 minuti.

Il cliente si sa, vuole ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo, cercando di sfruttare le conoscenze che già ha.
Non è certo un atteggiamento sbagliato! Tutti cercano di farlo in ogni ambito e quindi spesso ci si chiede si è possibile usare la pagina Facebook al posto del sito.

E’ un po’ come chiedersi: “la mia auto non va più bene? Posso aggiustarla o devo comprarne per forza una nuova?”.

Oppure: “ho bisogno di una nuova maglia? Utilizzo quella che mi hanno regalato a Natale ma che non amo o approfitto dei saldi?”

Potrei continuare con decine di esempi, dimostrando quel che è ovvio: prima di comprare una cosa nuova, cerchiamo sempre di capire se possiamo sfruttare quello che è già in nostro possesso.

Tutti (o quasi) usano Facebook

Facebook è ormai entrato nell’uso quotidiano di tantissime persone. Hanno padronanza del mezzo (al punto di andare in panico se il famoso social network cambia l’interfaccia), lo usano quotidianamente e lo padroneggiano con facilità.

Questo anche perché Facebook si pone in modo semplice ed efficace per tutti. Altrimenti non avrebbe avuto tutto questo successo, non credi?

Il fatto quindi di essere utenti di Facebook da molto tempo e magari di avere una pagina dedicata alla propria attività già avviata, fa nascere il dubbio: ho davvero bisogno di uno spazio web o è sufficiente usare la pagina Facebook al posto del sito?

teschio facebook

Vantaggi e svantaggi della pagina Facebook

Come si può immaginare è quindi molto vantaggioso e conveniente, gestire la propria attività in un unico punto che utilizziamo giornalmente. Ed infatti conviene! Quando però?

A mio parere puoi considerare di utilizzare solo questo mezzo, se la tua attività è tutto sommato un hobby e quindi non hai bisogno di dare un’immagine professionale, o se hai un’attività poco adatta alla visibilità online.

In questo modo non sarà un problema se la pagina dovesse essere l’unico punto di incontro con i clienti, e non sarà un dramma qualora, ad esempio Facebook decidesse di chiuderla per un qualsiasi motivo.

Il “problema” principale infatti, è che la tua pagina Facebook, non è in realtà tua. E’ e resterà sempre di proprietà di Facebook che potrà quindi decidere di farne quello che vuole.

E’ vero che Facebook ha delle policy di condotta a cui basta attenersi per non avere problemi, ma è altrettanto vero che le ha cambiate più volte e non possiamo sapere cosa farà in futuro.

Apro quindi un sito internet!

Calma, non ho detto che il sito sia sempre necessario. Dipende da quel che fai.
Infatti non ti consiglierei mai di aprire un sito internet se ad esempio possiedi un bar di quartiere. Sarebbe uno spreco di soldi per una cosa utile solo a fare il figo con gli amici.

Uno spazio web mostra in maniera professionale la tua attività e sicuramente sarà questa l’impressione data ai tuoi clienti.
Tutti noi preferiamo usufruire dei servizi di qualcuno che ci mette la faccia, piuttosto di chi si “nasconde” dietro un social network.

Un sito internet ha un costo però. Sia in termini di realizzazione (ti servirà un professionista capace di farlo…e anche bene), che in termini di tempo.
Avrai un altro posto dove arriveranno i tuoi clienti e cercheranno di interagire con te: e-mail, commenti, newsletter, ecc. oltre a dover curare e tenere aggiornato il sito, inserendo dati attuali, nuove offerte, e magari articoli in un blog e foto in una galleria immagini.

Insomma dovrà diventare un secondo Facebook a cui dare attenzione se si vogliono ottenere risultati.
Lasciare infatti il sito alla deriva porta solo costi e delusioni.

E’ però vero che se vuoi dare un’immagine professionale e una serie di servizi a disposizione di chi visiterà il tuo sito, non hai scelta. Devi farlo…e di conseguenza gestirlo.

Vedila un po’ come una seconda sede della tua attività, da curare, pubblicizzare e valorizzare. Approcciandolo così, i risultati arriveranno e probabilmente ti sorprenderai di quel che è possibile ottenere.

Conclusioni e consigli sugli animali

Prima di concludere aggiungo un’altra nota: avere un sito internet non esclude la pagina Facebook come faccio io. Le due cose potrebbero (e spesso dovrebbero) camminare insieme. Rendendo così la tua interazione con i clienti completa e professionale…sempre che tu non pubblichi foto di gattini dato che non hai un negozio di animali!

Immagini:

Sarah Marshall

Book Catalog

0 Commenti

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.